La Lega ci riprova, cartelli «Romà» – Giornale di Bergamo

Per fortuna l’hanno chiamata la nuova Lega 2.0, come l’aggiornamento di un software. Chissà cosa direbbe il suo nuovo capo, Roberto Maroni, che sta spingendo il Carroccio verso il rinnovamento, della Lega di Romano di Lombardia, che rischia il crollo dei consensi (e l’impennata delle contestazioni) per un provvedimento che più vecchio e anacronistico di così non si può: l’installazione dei cartelli in dialetto. In sostanza: a breve ci si dovrebbe trovare di fronte al cartello con la scritta “Romà” alle porte della città. Ritornano dunque i famosi cartelli con il doppio nome del Comune, in italiano e in bergamasco. Come era successo a Bergamo con la giunta Veneziani: la Lega impose la sua volontà, ma con la vittoria dell’ex sindaco Roberto Bruni i cartelli vennero fatti sparire. In ogni caso una decisione che è destinata a sollevare polemiche, vista la situazione di crisi attuale.

viaLa Lega ci riprova, cartelli «Romà» – Giornale di Bergamo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: